Il centro abitato dell'isola di Procida, situata nel golfo di Napoli, viene diviso in nove contrade e il cuore del borgo è Piazza Olmo, piccolo spiazzo da cui si diramano tante piccole viuzze che conducono in luoghi interessanti da visitare
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Procida

Longobarda mai
Leggi di più

Borgo di Procida
Comune di Procida

Provincia di Napoli
Regione Campania

Abitanti: 10.496
Altitudine centro: 27 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Città del pesce di mare

Aree naturali protette:
Area naturale marina protetta Regno di Nettuno
Riserva naturale statale Isola di Vivara

Comune di Procida
Via Libertà 12 - 80079 Procida (NA)
Tel. 081-8109203

Procida (Proceta in napoletano) si trova nel golfo di Napoli, in Campania. Il territorio comprende l'isola di Procida e il vicino isolotto di Vivara, due isole del golfo di Napoli appartenenti al gruppo delle isole Flegree.
Il rilievo più elevato è rappresentato dalla collina di Terra Murata (91 m), sovrastata da un borgo fortificato di origine medioevale. L'isola si trova ad una distanza minima dalla terraferma di circa 3,4 km (Canale di Procida) ed è collegata da un piccolo ponte alla vicina isola di Vivara. Le sue coste, in alcune zone basse e sabbiose, altrove a picco sul mare, danno vita a diverse baie e promontori che offrono riparo alla piccola navigazione e hanno permesso la nascita di ben tre porticcioli sui versanti settentrionale, orientale e meridionale dell'isola. Gran parte del suo litorale viene tutelata dall'area marina protetta Regno di Nettuno.
Tradizionalmente, il centro abitato viene diviso in nove contrade, dette grancìe: Terra Murata (il borgo più antico), Corricella (un caratteristico borgo di pescatori), Sent'cò con il porto commerciale di Marina Grande, San Leonardo, Santissima Annunziata (anche detta Madonna della Libera), Sant'Antuono, Sant'Antonio e Chiaiolella (un porto turistico nella parte meridionale dell'isola).
Sant'Antonio è la zona centrale dell’isola di Procida. Il fulcro è Piazza Olmo, piccolo spiazzo da cui si diramano tante piccole viuzze che conducono in luoghi interessanti da visitare. Da qui, infatti, è possibile raggiungere a piedi ogni punto dell’isola: niente dista da qui più di 1 km e mezzo! Poco prima di raggiungere la piazza, venendo dal porto, su via Vittorio Emanuele II è possibile visitare la Chiesa di S. Antonio Abate. Imboccando la strada alle spalle della Chiesa di S. Antonio Abate, via Cavour, percorrendola tutta, ci si ritrova nei pressi del Cimitero. Splendido da ammirare per le sue architetture tipiche isolane, accanto all’ingresso principale vi è la discesa per la famosa e caratteristica Spiaggia del Pozzo Vecchio, conosciuta anche come Spiaggia de Il Postino.
A destra della piazza, proseguendo in via Flavio Gioia e seguendo le indicazioni, si raggiunge la famosa Spiaggia del Ciraccio e Spiaggia del Ciracciello, delimitate da due splendidi faraglioni tufacei originatisi a seguito della frana del costone roccioso che da sempre separava i due litorali. E’ questo il tratto sabbioso più lungo di tutta l’isola e per questo il più ricco di stabilimenti, nonostante sia molta la superficie di spiaggia libera. La spiaggia del Ciracciello è chiamata anche la Spiaggia della Chiaiolella. La Chiaiolella è, infatti, la zona limitrofa a questa porzione di spiaggia, posta a una delle estremità di Procida, esattamente su quella opposta al porto.
Tornando a piazzetta Olmo se imbocchiamo la stradina a sinistra in via Pizzaco, pochi passi e sempre sulla sinistra c’è una lunghissima scalinata che consente la discesa alla bellissima Spiaggia della Chiaia, con panorama sulla Corricella.

Video di Francesco Riccardo Iacomino

Altre destinazioni nelle vicinanze

Furore
Furore
Furore è definito “il paese che non c’è” a causa della sua conformazione tra le montagne. E' un borgo diviso in due: da un lato la sua marina, ovvero il Fiordo, dall’altro il paese, con le sue case sparse lungo il costone,
Salerno - 47.23 KM da Procida

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Ricetta: le Melanzane Ripiene
Ricetta: le Melanzane Ripiene
Un piatto tipico, semplice e gustoso della cucina calabrese che non può mancare durante il pranzo domenicale o durante i giorni di festa
By Redazione
Ricetta: Pitta di patate
Ricetta: Pitta di patate
La pitta di patate alla pizzaiola è un piatto tipico salentino adatto sia per una cena o per un antipasto, da gustare sia caldo che freddo
By Redazione
Civitas Medievale a Dozza: un viaggio nel tempo a due passi da Bologna
Civitas Medievale a Dozza: un viaggio nel tempo a due passi da Bologna
Da non perdere, all'inizio di marzo il borgo di Dozza ospiterà il pittoresco evento Civitas Medievale.
By Redazione
Bolgherirun2020: l'evento che ti permette di scoprire gli angoli più belli della Toscana
Bolgherirun2020: l'evento che ti permette di scoprire gli angoli più belli della Toscana
Torna Bolgherirun, l'evento sportivo che permette di scoprire, attraverso il divertimento, il fantastico paesaggio della Toscana.
By Redazione
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Un dolce pasquale tipico della città di Lucca e i suoi dintorni. La pasimata della Garfagnana si contraddistingue per la presenza dell'uvetta
By Redazione
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
I borghi storici della Lombardia conservano perfettamente le tradizioni enogastronomiche del territorio, grazie alle mani esperte delle massaie che hanno saputo tramandare i segreti della cucina più antica di questa regione.
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di