Di origine romana, il borgo di Morano Calabro è posto all'interno del Parco Nazionale del Pollino. L' abitato si sviluppa su un colle di forma conica, alla cui sommità si trovano i ruderi di un antico maniero di epoca Normanno-Sveva.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Morano Calabro

Testa di Moro

Prossimi eventi o in corso

  • Festa della Vergine dell'Annunziata
    03-05-2020
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-05-03 2020-05-03 Europe/Rome Festa della Vergine dell'Annunziata Morano Calabro

  • Festa della Bandiera
    Dal 18-05-2020
    Al 20-05-2020
    Rievocazioni storiche

    Aggiungi al tuo calendario 2020-05-18 2020-05-20 Europe/Rome Festa della Bandiera rievocazione storica della battaglia fra moranesi e saraceni con ricco corteo storico in costume rinascimentale, con sbandieratori e cavalieri. Secondo la tradizione, nel combattimento (avvenuto probabilmente nel 1096 e tramandato come battaglia di Petrafocu dal nome della contrada, prospiciente la cittadina, in cui si svolse) uno dei saraceni - forse un capo di guarnigione - fu fatto prigioniero e in seguito decapitato. L'esibizione della testa sanguinante del saraceno lungo le strade del borgo fu il gesto che testimoniò alla popolazione l'avvenuta vittoria sui mori. L'immagine della "testa di moro" che si richiama a tale evento storico, divenne in seguito un importante simbolo iconografico popolare e identitario. Apparve per la prima volta, come figura allegorica, in una cartella lapidea che sormonta la fontana cittadina di piazza San Nicola dall'anno 1561. Dopo alcune modifiche stemmologiche subite nel corso dei secoli, dal Cinquecento al Settecento, l'arme con la testa del saraceno è tuttora lo stemma del comune di Morano, in cui sovrasta tre colline raffiguranti i tre "borghi" e il motto latino "Vivat sub umbra" (= Viva nell'ombra [il Moro]), eloquente testimonianza del legame dei cittadini all'evento storico e del loro animo verso di esso. È sconosciuta la data esatta in cui la vicenda storica della decapitazione del Moro, gravata di rituali e simbologie, è stata tradotta in rievocazione. L'unico dato certo è la testimonianza della sospensione di questa, avvenuta nel 1806 (oltre, naturalmente, alla sua ripresa con costumi in stile rinascimentale nel 1996). Morano Calabro

    rievocazione storica della battaglia fra moranesi e saraceni con ricco corteo storico in costume rinascimentale, con sbandieratori e cavalieri. Secondo la tradizione, nel combattimento (avvenuto probabilmente nel 1096 e tramandato come battaglia di Petrafocu dal nome della contrada, prospiciente la cittadina, in cui si svolse) uno dei saraceni - forse un capo di guarnigione - fu fatto prigioniero e in seguito decapitato. L'esibizione della testa sanguinante del saraceno lungo le strade del borgo fu il gesto che testimoniò alla popolazione l'avvenuta vittoria sui mori. L'immagine della "testa di moro" che si richiama a tale evento storico, divenne in seguito un importante simbolo iconografico popolare e identitario. Apparve per la prima volta, come figura allegorica, in una cartella lapidea che sormonta la fontana cittadina di piazza San Nicola dall'anno 1561. Dopo alcune modifiche stemmologiche subite nel corso dei secoli, dal Cinquecento al Settecento, l'arme con la testa del saraceno è tuttora lo stemma del comune di Morano, in cui sovrasta tre colline raffiguranti i tre "borghi" e il motto latino "Vivat sub umbra" (= Viva nell'ombra [il Moro]), eloquente testimonianza del legame dei cittadini all'evento storico e del loro animo verso di esso. È sconosciuta la data esatta in cui la vicenda storica della decapitazione del Moro, gravata di rituali e simbologie, è stata tradotta in rievocazione. L'unico dato certo è la testimonianza della sospensione di questa, avvenuta nel 1806 (oltre, naturalmente, alla sua ripresa con costumi in stile rinascimentale nel 1996).

    Scopri di più

  • Cronoscalata del Pollino
    14-06-2020
    Manifestazioni sportive

    Aggiungi al tuo calendario 2020-06-14 2020-06-14 Europe/Rome Cronoscalata del Pollino Morano Calabro

  • Festa della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo
    Dal 15-07-2020
    Al 16-07-2020
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-07-15 2020-07-16 Europe/Rome Festa della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo Nota anche come Festa dell'Emigrante, questa manifestazione religiosa è divenuta nel corso degli anni un simbolo del legame fra i moranesi residenti in Italia e all'estero. A questo proposito si svolge nel pomeriggio del 15 luglio una cerimonia con offerte votive recitate in molte lingue del mondo da parte degli emigranti. Morano Calabro

    Nota anche come Festa dell'Emigrante, questa manifestazione religiosa è divenuta nel corso degli anni un simbolo del legame fra i moranesi residenti in Italia e all'estero. A questo proposito si svolge nel pomeriggio del 15 luglio una cerimonia con offerte votive recitate in molte lingue del mondo da parte degli emigranti.

  • Festa della Madonna delle Nevi
    02-08-2020
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-08-02 2020-08-02 Europe/Rome Festa della Madonna delle Nevi in località Campotenese Morano Calabro

    in località Campotenese

  • Festa di San Rocco
    16-08-2020
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-08-16 2020-08-16 Europe/Rome Festa di San Rocco Morano Calabro

  • Festa della Madonna delle Grazie
    06-09-2020
    Feste patronali

    Aggiungi al tuo calendario 2020-09-06 2020-09-06 Europe/Rome Festa della Madonna delle Grazie compatrona di Morano, con processione, offerte votive e consegna delle chiavi della città da parte del sindaco.
    Ogni prima domenica del mese
    Morano Calabro

    compatrona di Morano, con processione, offerte votive e consegna delle chiavi della città da parte del sindaco.
    Ogni prima domenica del mese

Eventi passati

  • Autunno Bandiere arancioni - Aggiungi un borgo a tavola
    Dal 29-09-2018
    Al 30-09-2018
    Festival

Altri eventi

  • Da Luglio a Settembre - D'estate Morano. Allestimento e proiezione gratuita di film all'aperto, serate musicali con band jazz, blues e rock, cabaret ed intrattenimento.
  • Prima domenica di Agosto - Festa della Madonna delle Nevi, in località Campotenese.

Altre destinazioni nelle vicinanze

Saracena
Saracena
Posto all'interno del Parco Nazionale del Pollino, il borgo di Saracena sorge attorno al castello baronale. Il centro urbano si caratterizza per i vicoli di concezione islamica.
Cosenza - 7.48 KM da Morano Calabro
Frascineto
Frascineto
Esteso di fronte al Parco Nazionale del Pollino, il borgo di Frascineto si caratterizza per la presenza storica della comunità albanese, di cui ancora oggi ne rimangono la lingua, la cultura e le tradizioni
Cosenza - 10.54 KM da Morano Calabro
Viggianello
Viggianello
Incastonato tra le montagne del Parco Nazionale del Pollino, il borgo di Viggianello, in Basilicata, è meta ideale per chi ama le vacanze all'aria aperta.
Potenza - 15.15 KM da Morano Calabro
Altomonte
Altomonte
Il borgo di Altomonte, ricco di fiumi e paesaggi collinari, è definito il "borgo dei matrimoni" in quanto sposi provenienti da tutta Italia e dall'estero decidono di festeggiare qui il lieto evento, per la bellezza di questi luoghi
Cosenza - 15.98 KM da Morano Calabro
Teana
Teana
Il borgo di Teana si trova in Basilicata all'interno del Parco Nazionale del Pollino.
Potenza - 31.65 KM da Morano Calabro
Diamante
Diamante
Il borgo marinaro di Diamante è posto al centro della Riviera dei Cedri, un agrume le cui caratteristiche lo resero unico e conosciutissimo sul mercato mondiale. Conosciuto anche come il borgo dei murales, tra i vicoli del borgo si possono ammirare numer
Cosenza - 32.58 KM da Morano Calabro

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Ricetta: il Panficato gigliese
Ricetta: il Panficato gigliese
Discepolo del panforte senese, il panficato è il dolce tipico di Giglio Castello che viene preparato con fichi secchi e noci e tanti altri prodotti tipici dell'isola
By Redazione
Ricetta: Pitta di patate
Ricetta: Pitta di patate
La pitta di patate alla pizzaiola è un piatto tipico salentino adatto sia per una cena o per un antipasto, da gustare sia caldo che freddo
By Redazione
Ricetta: le Melanzane Ripiene
Ricetta: le Melanzane Ripiene
Un piatto tipico, semplice e gustoso della cucina calabrese che non può mancare durante il pranzo domenicale o durante i giorni di festa
By Redazione
Civitas Medievale a Dozza: un viaggio nel tempo a due passi da Bologna
Civitas Medievale a Dozza: un viaggio nel tempo a due passi da Bologna
Da non perdere, all'inizio di marzo il borgo di Dozza ospiterà il pittoresco evento Civitas Medievale.
By Redazione
Bolgherirun2020: l'evento che ti permette di scoprire gli angoli più belli della Toscana
Bolgherirun2020: l'evento che ti permette di scoprire gli angoli più belli della Toscana
Torna Bolgherirun, l'evento sportivo che permette di scoprire, attraverso il divertimento, il fantastico paesaggio della Toscana.
By Redazione
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
I borghi storici della Lombardia conservano perfettamente le tradizioni enogastronomiche del territorio, grazie alle mani esperte delle massaie che hanno saputo tramandare i segreti della cucina più antica di questa regione.
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di