Situata nel Ponente genovese, Pegli è un bellissimo borgo marinaro che si raggiunge facilmente dal centro di Genova. All'interno del borgo si possono osservare anche residenze nobiliari come la villa Lomellini Rosa,
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Pegli

Un valico antico, un prestigio moderno
Leggi di più

Borgo di Pegli
Comune di Genova
Provincia di Genova
Regione Liguria

Abitanti: 586.655 (26.000 nel borgo)
Altitudine centro: 19 m s.l.m.

Sito Unesco:
Genova: le Strade Nuove e il Sistema dei Palazzi dei Rolli

il Comune fa parte di:
Città d'Arte e Cultura CIDAC
Città e siti patrimonio mondiale Unesco

Aree naturali protette:
Parco naturale regionale del Beigua
Santuario per i mammiferi marini

Pegli è un borgo marinaro del ponente genovese, in Liguria. Nonostante come tutto il ponente genovese sia stata interessata dallo sviluppo industriale del secondo dopoguerra, ha conservato in gran parte le caratteristiche di pregio ambientale che ne avevano fatto nel passato una delle mete di soggiorno preferite da nobili e ricchi borghesi ed oggi è il quartiere residenziale di maggior pregio nel ponente.

Il suo nome deriva dall'antica "Pyla Veituriorum" fondata, come altre nella zona, dalla tribù ligure dei Veturii.
Il termine "Pyla" potrebbe derivare dal greco "pylae" (passo tra i monti), con riferimento agli antichi percorsi che dal litorale risalivano la valle del Varenna valicando poi l'Appennino, diretti verso il Piemonte.

L'antica Pyla Veituriorum fu fondata dai Liguri Veturii allo sbocco a mare della Val Varenna, all'inizio di un percorso creatosi spontaneamente lungo i crinali montuosi verso le Capanne di Marcarolo, nell'antichità importante centro di scambi commerciali. Fino al XVI secolo il paese, benché abbastanza popolato, soprattutto da pescatori e contadini, non doveva avere una particolare importanza, né commerciale né come luogo di soggiorno di famiglie patrizie; era dotato di un piccolo porto, adatto per le imbarcazioni dei pescatori ma non per l'attracco di navi di grandi dimensioni.

A partire dalla metà del Cinquecento lungo la via medioevale che collegava Genova con i paesi della riviera di Ponente, impropriamente chiamata "via Antica Romana", sorsero prestigiose residenze suburbane di alcune ricche famiglie patrizie genovesi, ed in particolare della famiglia Lomellini, presente a Pegli con numerose proprietà, tra le quali diversi palazzi, alcuni dei quali ancora oggi intatti.

Tra questi la villa Lomellini Rosa (nell'attuale viale Modugno), la villa Lomellini-Banfi, il palazzo Lomellini di Porticciuolo (oggi Hotel Mediterranèe) e la villa Lomellini Rostan a Multedo. In quello stesso periodo i Lomellini, che avevano ottenuto in concessione l'isola di Tabarca, prospiciente alle coste tunisine, vi fecero trasferire quasi trecento famiglie, per la maggior parte pegliesi, che si dedicarono alla pesca del corallo.

La presenza dei "tabarchini" sull'isola durò fino alla metà del XVIII secolo, quando i loro discendenti dovettero trasferirsi a Carloforte, in Sardegna, dove ancora oggi si parla il tabarchino, una variante del ligure derivata dall'antico dialetto pegliese.
La Repubblica Ligure napoleonica, annessa nel 1805 all'Impero francese, nel 1814, a seguito delle decisioni del Congresso di Vienna passò al Regno di Sardegna, e con essa anche i comuni di Pegli e Multedo.

Dalla metà dell'Ottocento e fino alla prima guerra mondiale aristocratici ed esponenti dell'alta borghesia, italiani ed europei, trascorrevano la stagione invernale in ville ed alberghi, mentre durante l'estate ricche famiglie del nord Italia frequentavano Pegli per i bagni di mare. La presenza di personalità politiche, nobili ed artisti di fama accrebbe in quel periodo il prestigio della cittadina. Tra gli ospiti più illustri si annoverano i principi ereditari di Germania, esponenti di casa Savoia e letterati quali George Sand, Alfred de Musset, August Strindberg, Franz Kafka, Arrigo Boito ed altri.

Video di VAGABOND

Altre destinazioni nelle vicinanze

Boccadasse
Boccadasse
Boccadasse è un antico borgo di pescatori a due passi da Genova, il cui nome pare significherebbe "bocca d'asino".
Genova - 13.41 KM da Pegli
Nervi
Nervi
Nervi è un borgo in città, situato all'estrema periferia orientale di Genova, Questa piccola località offre un importante e ricco polo museale ospitato, in maggior parte, nelle antiche ville che si trovano nei parchi storici del borgo
Genova - 18.28 KM da Pegli
Celle Ligure
Celle Ligure
Celle Ligure è un piccolo borgo della Riviera Ligure di Ponente, affacciato sul mare. Il borgo si presenta con le case colorate allineate lungo la costa, le spiagge sabbiose e i caratteristici caruggi
Savona - 23.14 KM da Pegli
Camogli
Camogli
Camogli è un tipico borgo marinaro, che si affaccia sul golfo Paradiso, nella riviera ligure di Levante. Un luogo romantico, immerso in una magnifica cornice naturale,
Genova - 28.14 KM da Pegli
Gavi
Gavi
L'importante attività economica del borgo di Gavi è legata alla produzione dell'omonimo vino.
Alessandria - 29.33 KM da Pegli
Noli
Noli
Noli è un tipico borgo marinaro il cui centro storico è uno scrigno pieno di tesori che, racchiusi nelle mura medioevali, raccontano il suo passato di forte ed orgogliosa Quinta Repubblica Marinara,
Savona - 39.83 KM da Pegli

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Ricetta: le Melanzane Ripiene
Ricetta: le Melanzane Ripiene
Un piatto tipico, semplice e gustoso della cucina calabrese che non può mancare durante il pranzo domenicale o durante i giorni di festa
By Redazione
Ricetta: Pitta di patate
Ricetta: Pitta di patate
La pitta di patate alla pizzaiola è un piatto tipico salentino adatto sia per una cena o per un antipasto, da gustare sia caldo che freddo
By Redazione
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Un dolce pasquale tipico della città di Lucca e i suoi dintorni. La pasimata della Garfagnana si contraddistingue per la presenza dell'uvetta
By Redazione
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
I borghi storici della Lombardia conservano perfettamente le tradizioni enogastronomiche del territorio, grazie alle mani esperte delle massaie che hanno saputo tramandare i segreti della cucina più antica di questa regione.
By Redazione
Ricetta: Torta al formaggio umbra
Ricetta: Torta al formaggio umbra
Un soffice rustico umbro da preparare durante la Settimana Santa e da gustare il giorno di Pasqua, anticamente portato in chiesa per farlo benedire
By Redazione
Nonantola: Storia del Duca diventato Monaco e dell’Abbazia da lui fondata
Nonantola: Storia del Duca diventato Monaco e dell’Abbazia da lui fondata
Il borgo di Nonantola, in Emilia, ospita la celebre Abbazia carica di storia e tesori. Il suo fondatore fu un personaggio coraggioso e carismatico che svestì i panni della nobiltà per abbracciare quelli più umili del monachesimo.
By Roberto Giarrusso
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di