Fiumalbo si trova nell'alto Appennino modenese, al confine con la Toscana.
 
CERCA PER ZONA

Fiumalbo

Il borgo del fiume bianco

Comune di Fiumalbo
 
Provincia di Modena
Regione Emilia Romagna

Abitanti: 1.280
Altitudine centro: 953 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
I Borghi più belli d'Italia

Aree naturali protette:
Parco regionale Alto Appennino Modenese

Comune di Fiumalbo
Via Capitano Alberto Coppi 2 - Fiumalbo (MO)
Tel. +39 0536 73922

Punto Informazioni Turistiche Fiumalbo
Via Capitano Alberto Coppi 10 - Fiumalbo (MO)
Tel. +39 0536 73909

Il nome del borgo si pronuncia Fiumalbo in fiumalbino e Fiumêlb in dialetto modenese, deriva da Flumen album ("fiume bianco"). Una particolarità di Fiumalbo sta infatti nel suo dialetto, che si differenzia notevolmente dagli altri dialetti parlati nella zona, sia sul versante emiliano che su quello toscano, costituendo uno dei più interessanti punti di transizione fra il tipo linguistico gallo-italico (emiliano), al quale appartiene, e quello toscano (avente un suo ceppo, distinto dai dialetti del resto del centro italia, definiti mediani), con un risultato simile ad altri dialetti settentrionali conservativi, come quelli veneti.

Fiumalbo si trova nell'alto Appennino modenese, al confine con la Toscana. E' un borgo di montagna molto antico con quasi 1000 anni di storia scritta, ma le sue origini sono molto più antiche e si perdono indietro nei secoli. Paese di confine, ha vissuto le vicende che hanno cambiato la storia con distacco e lontananza, considerando quelle vicende non collegate alla storia del paese. Fiumalbo è nominato in un atto del 1038, che sanciva la cessione della "Rocca che si chiama Fiumalbo" dal marchese Bonifacio di Canossa al vescovo di Modena Viberto (Bonifacio era il padre di Matilde di Canossa). Nel 1197 molti fiumalbini giurarono fedeltà al Comune di Modena, mettendo a disposizione per le eventuali necessità militari il territorio e gli uomini. Il giuramento è stato riconfermato dai rappresentanti della Comunità Fiumalbina nel 1205 e nel 1276. Molto importante per lo sviluppo del paese è stata la nobile famiglia Bondi-Santi. Fiumalbo fu ad inizio secolo una terra di emigranti. Nell'incidente minerario di Dawson del 1913 avvenuto in Nuovo Messico, tra i 146 minatori emigrati dall Italia che perirono ben 17 provenivano da Fiumalbo.

Video di Andrea Amidei

Altre destinazioni nelle vicinanze

Cutigliano
Cutigliano
Pittoresco borgo sull' Appennino pistoiese, Cutigliano è uno dei borghi più visitati della montagna.
Pistoia - 12.49 KM da Fiumalbo
Castiglione di Garfagnana
Castiglione di Garfagnana
Il borgo di Castiglione rientra nella regione della Garfagnana, in Toscana.
Lucca - 15.65 KM da Fiumalbo
Coreglia Antelminelli
Coreglia Antelminelli
La vera eccellenza del borgo di Coreglia Antelminelli risiede nell'arte artigianale delle figurine di gesso.
Lucca - 16.19 KM da Fiumalbo
Barga
Barga
Barga è la terra di adozione di Giovanni Pascoli.
Lucca - 17.6 KM da Fiumalbo
Collodi
Collodi
Il borgo medievale di Collodi, in Toscana, è legato al nome di Carlo Lorenzini, autore di Pinocchio.
Pistoia - 31.07 KM da Fiumalbo
Zocca
Zocca
Zocca e i borghi del suo territorio si trovano in Emilia Romagna, sulle prime pendici dell'Appennino.
Modena - 33.16 KM da Fiumalbo

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Fontanellato tra storia, giri
Fontanellato tra storia, giri "in gondola" e street food
Vi portiamo nel bellissimo borgo medievale in provincia di Parma alla scoperta della maestosa Rocca Sanvitale, circondata da un fossato navigabile, e delle prelibatezze culinarie provenienti da tutta Italia e dal mondo: un vero e proprio assedio gastronomico!
By Joni Scarpolini
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Vi raccontiamo la storia di un antico villaggio altoatesino che negli anni Cinquanta fu sommerso dalle acque della diga. E ciò che resta è uno spettacolo surreale, da film fantasy...
By Joni Scarpolini
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Gli abitanti dell’antico borgo calabrese sono devoti a San Teodoro di Amasea, che nel 1528 sconfisse il terribile mostro: al loro condottiero hanno dedicato una giornata dell’anno per celebrare la sua impresa
By Redazione
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
E' il primo piatto tipico del borgo medievale marchigiano e il suo nome può trarre in inganno...
By Redazione
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Vi portiamo nelle segreta della grande fortezza sabauda, che solo Napoleone riuscì a espugnare
By Stefano De Bernardi
Castello di Vogogna, la roccaforte che domina la Val d'Ossola
Castello di Vogogna, la roccaforte che domina la Val d'Ossola
A pochi chilometri da Domodossola, immerso nella natura alpina, sorge un suggestivo maniero medievale che, dopo secoli di invasioni, oggi vigila sull'antico borgo in pietra e attira i turisti anche della vicina Svizzera
By Joni Scarpolini
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di