Da Castelsardo, in Sardegna, con un unico sguardo si abbracciano tutte le coste del Golfo dell'Asinara.
 
CERCA PER ZONA

Castelsardo

La vedetta sul golfo

Comune di Castelsardo
Provincia di Sassari
Regione Sardegna

Abitanti: 6.006
Altitudine centro: 114 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
 
I Borghi più belli d'Italia
Bandiera Blu

Comune di Castelsardo
Via Vittorio Emanuele 2 - Castelsardo (SS)
Tel. 079-478400

Posizionato al centro del Golfo dell’Asinara, nella regione storica dell’Anglona nel nord della Sardegna, non si fatica ad immaginare come Castelsardo abbia una storia umana molto antica. Da qui, con un unico sguardo si abbracciano tutte le coste del golfo, anche quelle della Corsica, proprio di fronte a noi. Un interminabile serie di piccole insenature, approdi naturali, per poi arrivare a questo promontorio a ridosso del mare, dove dopo secoli di storia, sorge il borgo di Castelsardo, perfettamente conservato.

Fondata nel 1270 dalla famiglia genovese dei Doria col nome di Castelgenovese, venne poi conquistata dagli aragonesi e ribattezzata Castellaragonese nel 1520 circa. L'odierno nome Castelsardo risale al 1767, quando passò definitivamente al regno dei Savoia.

L’intero borgo è edificato sulla rocca ed è interamente circondato da possenti mura (ben 17) è costituito da case antiche di secoli, vicoli e strade che la tagliano per il lungo, seguendo il perimetro del promontorio sul quale è disteso. Dal castello dei Doria, che dall’alto sovrasta l’abitato, l’occhio viene rapito dal campanile della Concattedrale di Sant’Antonio Abate, posto sul ciglio di un costone di roccia, che sembra così ergersi maestoso dal vuoto sottostante. E poi seguire il crinale fino al mare, percorrendo con lo sguardo la cinta muraria a mare e il percorso di sentinella che termina con la torre costiera di Frigiano. Ma l’eccellenza di questo luogo non si limita a questo.

Castelsardo, oltre ad aver mantenuto e conservato le sue ricchezze storiche e la sua storia di secoli legata alla sua posizione sul golfo, deve al mare tradizioni molto gustose. Tipiche di Castelsardo sono infatti tutte le pietanze a base di pesce, in particolare le aragoste alla castellanese (con una salsa fatta con le uova delle aragoste),astici, granseole, triglie, zerri, pesci san pietro, ricci e frutti di mare. Non mancate di gustarvi alcune di queste prelibatezze, mentre vi godete il magnifico panorama che si apre davanti a voi su quella magnifica terrazza sul Golfo dell’Asinara che è Castelsardo.

Video di capotestachannel

Altre destinazioni nelle vicinanze

Sorso
Sorso
Sorso è situato nell'antica regione della Romangia, affacciandosi sul golfo dell'Asinara, in Sardegna.
Sassari - 16.5 KM da Castelsardo
Aggius
Aggius
Il borgo di Aggius sorge nella storica regione della Gallura, in Sardegna.
Olbia-Tempio - 30.49 KM da Castelsardo
Stintino
Stintino
Il borgo marinaro di Stintino si trova sull'ultimo lembo di terra sarda che si protende verso l'isola dell'Asinara, in Sardegna.
Sassari - 40.2 KM da Castelsardo

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Fontanellato tra storia, giri
Fontanellato tra storia, giri "in gondola" e street food
Vi portiamo nel bellissimo borgo medievale in provincia di Parma alla scoperta della maestosa Rocca Sanvitale, circondata da un fossato navigabile, e delle prelibatezze culinarie provenienti da tutta Italia e dal mondo: un vero e proprio assedio gastronomico!
By Joni Scarpolini
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Vi raccontiamo la storia di un antico villaggio altoatesino che negli anni Cinquanta fu sommerso dalle acque della diga. E ciò che resta è uno spettacolo surreale, da film fantasy...
By Joni Scarpolini
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Gli abitanti dell’antico borgo calabrese sono devoti a San Teodoro di Amasea, che nel 1528 sconfisse il terribile mostro: al loro condottiero hanno dedicato una giornata dell’anno per celebrare la sua impresa
By Redazione
Grosio, tornando alle radici più antiche della Valtellina
Grosio, tornando alle radici più antiche della Valtellina
L'antico borgo in provincia di Sondrio custodisce un'area archeologica che racconta, tramite incisioni rupestri, la vita delle prime popolazioni della valle lombarda
By Stefano De Bernardi
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
E' il primo piatto tipico del borgo medievale marchigiano e il suo nome può trarre in inganno...
By Redazione
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Vi portiamo nelle segreta della grande fortezza sabauda, che solo Napoleone riuscì a espugnare
By Stefano De Bernardi
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di