Cannobio è un borgo frontaliero con la Svizzera, sulla riva nord-occidentale del Lago Maggiore e allo sbocco della Valle Cannobina, in Piemonte.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Cannobio

Sant'Ambrogio e il vento
Leggi di più

Borgo di Cannobio
Comune di Cannobio
Provincia di Verbano-Cusio-Ossola
Regione Piemonte

Abitanti: 5.182
Altitudine centro: 214 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Paesi bandiera arancione
Unione del Lago Maggiore
Comuni Termali
Bandiera Blu

Comune di Cannobio
Piazza Vittorio Emanuele III 1, 28822 Cannobio VB
Tel. +39 0323 71415

Cannobio è un borgo frontaliero con la Svizzera, sulla riva nord-occidentale del Lago Maggiore e allo sbocco della Valle Cannobina, in Piemonte. A dispetto della scarsità del numero di abitanti (poco più di 5000), si caratterizza per un’elevata estensione, dovuta al numero di frazioni che fanno capo al borgo.

Il paese ha origine antiche, forse preromane; lo dimostrano alcune sepolture a incinerazione, tornate alla luce tra il XVI e il XVII secolo nei pressi dell'attuale via Campo Rezio. Dopo l'annessione all'Impero Romano del nord Italia e delle vallate alpine (I secolo a.C.), Cannobio fu certamente un centro commerciale e strategico e sede di una flotta lacustre. Fatti certi sull'esistenza del borgo li troviamo nel X secolo: nel 929 si sa che di per certo che fu sede di una curtis regia. L'età medievale fu senza dubbio molto prospera, specie dal punto di vista manifatturiero e commerciale, e nel 1207 Cannobio ebbe il titolo di "Borgo". Il periodo tardo-medievale fu caratterizzato dallo storico legame con la città di Milano, anche nell'ambito diocesano ed ecclesiastico: in virtù di questo legame Cannobio e alcuni comuni limitrofi utilizzavano e utilizzano tuttora il rito ambrosiano per le funzioni liturgiche, al contrario degli altri centri della sponda piemontese del lago, da sempre legati al rito romano. La fine del XIX secolo è stata caratterizzata dall'introduzione di numerose industrie, ormai scomparse, che hanno caratterizzato la storia del paese: setificio, concerie, cartiera, ecc.

Sul lungolago e lungo le vie che salgono fino alla statale si possono ammirare i palazzi cinque-seicenteschi. Passeggiando tra le antiche stradine lastricate di ciottoli è possibile scoprire il Palazzo della Ragione del XII secolo e la Torre del Comune, la quattrocentesca Casa dei Pironi, il cinquecentesco Santuario sul lago, la Collegiata di San Vittore del settecento (la facciata risale però al 1842). In località Traffiume si viene sorpresi da un imperdibile spettacolo naturale: l'Orrido di Sant'Anna. Si tratta di una cascata spumeggiante, scavata nelle rocce dalle acque del torrente Cannobino; nei pressi sorge una chiesetta del 1665 dedicata alla Santa. Una piacevole escursione, dal Lungolago sulla strada per Cannero, conduce al paesino di Carmine Superiore che si erge solitario su di uno sperone di roccia a strapiombo sul lago. Qui, con un lavoro che durò quasi un secolo (1334-1431), fu edificata la Chiesa di San Gottardo. Pur essendo denominati Castelli di Cannero, in realtà appartengono al territorio comunale di Cannobio i due isolotti rocciosi che recano ancora le vestigia di antiche fortificazioni ormai in rovina.

La costante e favorevole presenza del vento ha permesso a Cannobio di divenire un centro importante e una meta di riferimento per coloro che praticano sport velici, ma anche gli altri sport acquatici sono ben rappresentati grazie anche al fatto che, dal 2002 e con poche interruzioni, al paese è stata attribuita la Bandiera Blu, come alla vicina Cannero.

Tra le manifestazioni caratteristiche è da ricordare la festa dei Lumineri (7 e 8 gennaio) a commemorazione del miracolo della Pietà. Sul lungolago si svolge poi durante tutto il periodo dell’anno il pittoresco Mercato della domenica, richiamo anche per i vicini acquirenti svizzeri.

Video di maurizio fare

Altre destinazioni nelle vicinanze

Cannero Riviera
Cannero Riviera
Il borgo di Cannero Riviera si estende sulla sponda piemontese del Lago Maggiore.
Verbano-Cusio-Ossola - 4.65 KM da Cannobio
Laveno
Laveno
Il borgo di Laveno si trova sulle sponde del Lago Maggiore, in Lombardia.
Varese - 17.92 KM da Cannobio
Stresa
Stresa
Stresa, affacciata sul Lago Maggiore nei pressi del Golfo dove si trovano le famosissime Isole Borromee, è una delle località turistiche più belle e frequentate del nord Italia.
Verbano-Cusio-Ossola - 23.25 KM da Cannobio
Vogogna
Vogogna
Vogogna è situato al centro della Val d'Ossola, in Piemonte.
Verbano-Cusio-Ossola - 31.58 KM da Cannobio
Angera
Angera
Il borgo di Angera e la sua maestosa rocca si trovano sulla sponda sud-orientale del Lago Maggiore.
Varese - 33.51 KM da Cannobio
Crodo
Crodo
Crodo, piccolo borgo piemontese noto per il Crodino e per le sue acque minerali.
Verbano-Cusio-Ossola - 33.73 KM da Cannobio

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
La leggenda dell'amore di Bora
La leggenda dell'amore di Bora
La storia della nascita di Trieste è legata alla leggenda di Bora, figlia del dio Vento.
By Ivan Pisoni
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di