La vera eccellenza del borgo di Coreglia Antelminelli, in Garfagnana, risiede nell'arte artigianale delle figurine di gesso.

 
CERCA PER ZONA

Coreglia Antelminelli
Un'arte antica, una terra contesa

Comune di Coreglia Antelminelli
Provincia di Lucca
Regione Toscana

Abitanti: 5.215
Altitudine centro: 595 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
I Borghi più belli d'Italia
Unione Media Valle del Serchio

Aree naturali protette:
Riserva naturale Orrido di Botri

Comune di Coreglia Antelminelli
Piazza Antelminelli 8 - Coreglia Antelminelli (LU)
Tel. +39 0583 78152

Pro Loco Coreglia Antelminelli
Via Roma 19 - Coreglia Antelminelli (LU)
Facebook

Le prime testimonianze dell'esistenza di Coreglia Antelminelli in Garfagnana si trovano in un documento dell'Archivio Arcivescovile di Lucca del 1048 che ne attesta la proprietà da parte dei Ronaldinghi, signori longobardi delle Pieve di Loppia. Il castello del tempo era più piccolo rispetto a quello attuale, composto di una fortezza e una piccola cinta muraria che racchiudeva altre due torri. A ovest il paese era protetto da un dirupo, mentre la difesa a nord era garantita dalla fortezza e dalla torre principale. Il lato a sud-est era tenuto sicuro da un castello vicino, sempre dei Ronaldinghi, nella zona più a valle (Ansuco).

Nei due secoli successivi, i conflitti dei feudatari della zona con la città di Lucca costrinsero i Ronaldinghi a ritirarsi. Le terre furono ereditate prima dai Bizzarri e poi dagli Antelminelli che attuarono delle modifiche alla struttura interna del paese. La fortezza fu sostituita con la chiesa di San Michele e la torre addossata a essa convertita in campanile mentre venne eretta una nuova rocca a scopi difensivi. Inoltre, per permettere spostamenti rapidi e nascosti all'occhio nemico in caso di attacco, furono costruite delle gallerie sotterranee.

Coreglia significa “terra di scorrimento, luogo da cui si passa” e deriva dal latino Corrilia. Antelminelli fu aggiunto nel 1862 quando, con la nascita dello Stato Italiano e l'insorgere di omonimie, nacque la necessità di distinguere il comune da quello che oggi è Coreglia Ligure.

La vera eccellenza del borgo di Coreglia risiede nell'arte artigianale delle figurine di gesso. La pratica di creare statuine con il gesso si diffuse a Coreglia tra il XVI e il XVII secolo e rappresentò la principale occupazione della gente del posto. Quando nel Settecento iniziarono le emigrazioni dei coreglini verso tutto il mondo, furono molti gli artigiani che decisero di partire in cerca di fortuna. Alcuni di loro tornarono in patria, altri, come Sylvester Zefferino Poli, rimasero oltreoceano.

Nel 1883, il barone e figurinaio Carlo Vanni istituì nel suo palazzo di Coreglia una scuola per istruire i giovani al mestiere. Quando nel 1915 si trasferì a Vienna, lasciò l'edificio in dote al comune. Dato che gli eredi degli artigiani, nel corso del tempo, avevano donato al capoluogo numerose stampe e statuine, nel 1975 l'Amministrazione Comunale decise di istituire il Museo della figurina di gesso e dell'emigrazione.

Il museo è articolato in due sezioni: una è dedicata all'antica produzione di statuette di vario genere, inclusi busti di personaggi celebri ispirati alle sculture greche e romane; l'altra riguarda l'emigrazione dei figurinai, con foto, passaporti, lettere e altri documenti. Nel complesso sono conservati circa 1300 articoli. Il 19 marzo 2005 il museo è stato dedicato al professor Guglielmo Lera, importante figura del settore storico-culturale lucchese.

Oltre al Museo, meritano certamente una visita la torre di Castruccio Castracani, alta circa 25 metri ed utilizzata per l'avvistamento dei nemici e come difesa, e gli affreschi di Paolo Maiani, che si trovano nell'abside della chiesa dei Santissimi Lorenzo e Lazzaro a Piano di Coreglia e risalgono al 2001. Sono due scene, La Resurrezione e Gesù che cammina sulle acque, rispettivamente sulla parte superiore e su quella inferiore.

Video di Sergio Colombini

Altre destinazioni nelle vicinanze

Barga
Lucca - 3.38 KM da Coreglia Antelminelli
Castiglione di Garfagnana
Lucca - 13.74 KM da Coreglia Antelminelli
Fiumalbo
Modena - 16.19 KM da Coreglia Antelminelli
Cutigliano
Pistoia - 18.82 KM da Coreglia Antelminelli
Collodi
Pistoia - 20.8 KM da Coreglia Antelminelli
Montecarlo
Lucca - 26.47 KM da Coreglia Antelminelli

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

5 tra i borghi più belli e caratteristici incastonati nella roccia
Un viaggio alla scoperta di cinque località incantevoli arroccate nell’austerità della roccia del Belpaese
By Pier Volpato
Ricetta: Strangozzi al tartufo nero, eccellenza di Norcia
Una pasta artigianale, tipica dei borghi umbri e con il blasonato tartufo nero: uno dei fiori all’occhiello della gustosa gastronomia di Norcia, nel cuore della Valnerina
By Luciana Francesca Rebonato
5 borghi imperdibili dell’appennino tosco-emiliano
Fiumalbo, Compiano, Bagnone, Castelnuovo di Garfagnana e Coreglia Antelminelli, gioielli dell’appennino.
By Luca Sartori
Ricetta: Génépy, il liquore forte e deciso e dei borghi valdostani
Artemisia weber e artemisia glacialis. Sono le piantine di montagna d’alta quota che, insieme, danno origine al Génépy: un liquore dal sapore alpino, una prelibatezza da conoscere e saper preparare
By Luciana Francesca Rebonato
Un itinerario lungo la Strada Romantica delle Langhe e del Roero tra borghi, castelli e vigneti piemontesi
La Strada Romantica delle Langhe e del Roero, un incantevole viaggio per vigne, borghi e castelli del Piemonte
By Pier Volpato
Salpa alla scoperta dei borghi più belli custoditi nel cuore della Sardegna
Un itinerario nel cuore del Mediterraneo, un viaggio alla scoperta di cinque tra i borghi più belli della Sardegna
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi