Castelfranco di Sopra è un borgo medievale posto sulle colline del Valdarno, in Toscana.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Castelfranco di Sopra

'Castello Franco al di Sopra di Firenze'
Leggi di più

Borgo di Castelfranco di Sopra
Comune di Castelfranco Piandiscò
Provincia di Arezzo
Regione Toscana

Abitanti: 9.632
Altitudine centro: 281 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Borghi più belli d'Italia

Comune di Castelfranco Piandiscò
Piazza del Municipio, 3
tel: 055 9631200

Castelfranco di Sopra, facente parte de I Borghi più belli d’Italia, è un borgo medioevale nel comune di Castelfranco Piandiscò, arroccato sulle colline del Valdarno. Il toponimo pare derivi dal fatto che i primi abitanti, trasferitosi dalla campagna nel castello a monte di Firenze, ebbero per dieci anni l’esenzione dalle tasse, per questo fu chiamato “Castello Franco al di Sopra di Firenze“. 

All'ingresso del paese si trova la splendida torre del 1300, Torre d’Arnolfo, simbolo del paese, che insieme alle mura e all'architettura della città, fu progettata da Arnolfo di Cambio. Situato lungo l'antico tracciato che collegava Arezzo a Fiesole, il territorio su cui oggi sorge Castelfranco di Sopra fu occupato in epoca preromana da un insediamento etrusco.
Passato sotto il controllo di Roma intorno al III secolo, il territorio subì una intensa urbanizzazione, alimentata dalla costruzione della via consolare Cassia antica. Alla caduta dell'Impero romano d'Occidente l'area finì sotto la dominazione longobarda, come attestato dai resti di strutture longobarde recentemente rinvenute nei pressi dell'antica Badia di Soffena, databili intorno all'825. Fondato nel 1299 dalla Repubblica Fiorentina, Castelfranco di Sopra fu concepito come avamposto militare in funzione anti aretina, e come snodo commerciale per le tratte terrestri che collegavano il territorio della Repubblica all'aretino.
Per popolare la "Terra Nova", il borgo fu "francato", cioè temporaneamente esentato dal pagamento dei tributi, attraendo così a sé numerosi popolani provenienti dalle comunità vicine. Nel giro di una cinquantina d'anni vennero costruiti la cinta muraria, la piazza ed i quartieri prospicienti ad essa. Passata nel XIX sec. sotto l'amministrazione della Provincia di Arezzo, Castelfranco di Sopra subì la distruzione delle mura e dell'antica Loggia di Arnolfo di Cambio, l'architetto fiorentino che ne aveva curato la costruzione.

Castelfranco di Sopra è legata al nome di San Filippo Neri che d’estate trascorreva le vacanze nella casa dei nonni, a lui è dedicata la chiesa all’ingresso del paese. Andando alla scoperta del borgo e giunti in piazza Vittorio Emanuele si trova il vecchio palazzo comunale.

Altre destinazioni nelle vicinanze

Loro Ciuffenna
Loro Ciuffenna
Loro Ciuffenna è nota per il mulino ad acqua più vecchio della Toscana.
Arezzo - 6.98 KM da Castelfranco di Sopra
Raggiolo
Raggiolo
Raggiolo, in Toscana, è un borgo montano posto sulle pendici del Pratomagno.
Arezzo - 14.07 KM da Castelfranco di Sopra
Montefioralle
Montefioralle
La più antica testimonianza del piccolo borgo di Montefioralle, in Toscana, risale al 1085.
Firenze - 20.71 KM da Castelfranco di Sopra
Radda in Chianti
Radda in Chianti
Il territorio del borgo di Radda in Chianti in Toscana è interamente compreso nel Chianti Classico.
Siena - 20.81 KM da Castelfranco di Sopra
Poppi
Poppi
Poppi è posto al centro del Casentino, in Toscana.
Arezzo - 21.04 KM da Castelfranco di Sopra
Tavarnelle Val di Pesa
Tavarnelle Val di Pesa
Tavarnelle Val di Pesa si trova nella regione storica del Chianti, in Toscana.
Firenze - 27.87 KM da Castelfranco di Sopra

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Ricetta: Pitta di patate
Ricetta: Pitta di patate
La pitta di patate alla pizzaiola è un piatto tipico salentino adatto sia per una cena o per un antipasto, da gustare sia caldo che freddo
By Redazione
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Un dolce pasquale tipico della città di Lucca e i suoi dintorni. La pasimata della Garfagnana si contraddistingue per la presenza dell'uvetta
By Redazione
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
I borghi storici della Lombardia conservano perfettamente le tradizioni enogastronomiche del territorio, grazie alle mani esperte delle massaie che hanno saputo tramandare i segreti della cucina più antica di questa regione.
By Redazione
Ricetta: Torta al formaggio umbra
Ricetta: Torta al formaggio umbra
Un soffice rustico umbro da preparare durante la Settimana Santa e da gustare il giorno di Pasqua, anticamente portato in chiesa per farlo benedire
By Redazione
Paesaggi, scorci e sentieri tra i borghi dell'amore
Paesaggi, scorci e sentieri tra i borghi dell'amore
Per chi ama un viaggio sensoriale con note romantiche, la costa ligure e i borghi di Lucignano e Varenna sono ricchi di paesaggi, scorci e sentieri.
By Redazione
Nonantola: Storia del Duca diventato Monaco e dell’Abbazia da lui fondata
Nonantola: Storia del Duca diventato Monaco e dell’Abbazia da lui fondata
Il borgo di Nonantola, in Emilia, ospita la celebre Abbazia carica di storia e tesori. Il suo fondatore fu un personaggio coraggioso e carismatico che svestì i panni della nobiltà per abbracciare quelli più umili del monachesimo.
By Roberto Giarrusso
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di