Moneglia uno dei borghi più belli d'Italia, è situato sulla Riviera di Levante, ad est di Genova.

 
CERCA PER ZONA

Moneglia
Blu prezioso

Comune di Moneglia
Provincia di Genova
Regione Liguria

Abitanti: 2.793
Altitudine centro: 4 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
I Borghi più belli d'Italia
Città dell'Olio
Paesi Bandiera Blu

Comune di Moneglia
Corso Libero Longhi, 25 - 16030 Moneglia (GE)
Tel. 0185-490811

Il territorio di Moneglia è situato sulla Riviera di Levante, ad est di Genova. Il paese facente parte dell'associazione dei borghi più belli d'Italia, si trova all'interno di un'ampia baia delimitata da due promontori, entrambi ricchi di vegetazione mediterranea e pinete: ad ovest si estende il promontorio di punta Moneglia e ad est quello di punta Rospo. Mentre il primo è interamente selvaggio e raggiungibile solo mediante sentieri, il secondo presenta diverse zone residenziali fino all'abitato di Lemeglio. L'antico toponimo di Moneglia (ad Monilia) appare nella Tavola Peutingeriana, copia della carta militare dell'Impero romano (XI - XII secolo), scoperta dall'antiquario di Augusta, Corrado Peutinger, nel Cinquecento.

Il borgo, già abitato dalla popolazione dei Liguri Lapicini, fu un centro molto importante in epoca romana grazie alla sua posizione strategica sull'antica Via Aurelia. Nel corso del VII secolo i monaci di Bobbio diffusero il monachesimo fino alla zona di Moneglia e nel levante ligure scendendo dai possedimenti della val d'Aveto, Sturla e Fontanabuona. L'ordine monastico possedeva direttamente il porto, l'Alpe Adra, con la val Petronio, il monte San Nicolao, la costa fra Sestri Levante, la cittadina e la punta di Moneglia e Deiva Marina ed inoltre tutto il territorio fino alla selva di Montelungo di Pontremoli. Nel medioevo subì come altri paesi costieri del levante ligure l'invasione dei pirati saraceni che saccheggiarono la cittadina; nel particolare, una diffusa leggenda locale, afferma che l'odierno abitato collinare di Lemeglio fu preso d'assalto nell'XI secolo dai pirati con l'uccisione di quasi tutti gli abitanti e il rapimento di oltre venti tra fanciulle e donne.

Il borgo di Moneglia è dominato da ben due fortezze. Ad est la Fortezza di Villafranca, fu eretta dalla Repubblica di Genova intorno al 1130 per la difesa e avvistamento della costa. Ad ovest, la fortezza di Monleone, eretta nel 1173. Nel giugno 2008 è stata conferita alla cittadina la Green Key: il marchio ambientale internazionale per il turismo eco-sostenibile. Inoltre detiene, assieme al comune friulano di Grado, il record Italiano di aggiudicazione delle Bandiere Blu ininterrottamente dal 1990: ben 26 in 29 edizioni. Principale prodotto di questo lembo di terra ligure è l'olio d'oliva, che ha ottenuto negli anni scorsi la DOP "Riviera Ligure di Levante". L'olio di Moneglia si accompagna bene con piatti di pesce e della dieta mediterranea, di cui la cucina ligure è una delle più alte espressioni. Molto coltivata è anche la vite, in particolare sulle colline fra San Saturnino e Lemeglio, da cui si ottiene il vino "Bianco di Moneglia". 

Video di Zenazone

Altre destinazioni nelle vicinanze

Framura
La Spezia - 6.39 KM da Moneglia
Sestri Levante
Genova - 8.34 KM da Moneglia
Monterosso al Mare
La Spezia - 16.84 KM da Moneglia
Vernazza
La Spezia - 19.34 KM da Moneglia
Corniglia
La Spezia - 21.99 KM da Moneglia
Manarola
La Spezia - 24.1 KM da Moneglia

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

5 tra i borghi più belli e caratteristici incastonati nella roccia
Un viaggio alla scoperta di cinque località incantevoli arroccate nell’austerità della roccia del Belpaese
By Pier Volpato
Ricetta: Strangozzi al tartufo nero, eccellenza di Norcia
Una pasta artigianale, tipica dei borghi umbri e con il blasonato tartufo nero: uno dei fiori all’occhiello della gustosa gastronomia di Norcia, nel cuore della Valnerina
By Luciana Francesca Rebonato
5 borghi imperdibili dell’appennino tosco-emiliano
Fiumalbo, Compiano, Bagnone, Castelnuovo di Garfagnana e Coreglia Antelminelli, gioielli dell’appennino.
By Luca Sartori
Ricetta: Génépy, il liquore forte e deciso e dei borghi valdostani
Artemisia weber e artemisia glacialis. Sono le piantine di montagna d’alta quota che, insieme, danno origine al Génépy: un liquore dal sapore alpino, una prelibatezza da conoscere e saper preparare
By Luciana Francesca Rebonato
Un itinerario lungo la Strada Romantica delle Langhe e del Roero tra borghi, castelli e vigneti piemontesi
La Strada Romantica delle Langhe e del Roero, un incantevole viaggio per vigne, borghi e castelli del Piemonte
By Pier Volpato
Salpa alla scoperta dei borghi più belli custoditi nel cuore della Sardegna
Un itinerario nel cuore del Mediterraneo, un viaggio alla scoperta di cinque tra i borghi più belli della Sardegna
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi