Nei pressi del borgo sardo di Stintino sorge l'ex super carcere, oggi meta turistica e parco nazionale. Solo un bandito riuscì a evadere dalle sbarre, fuggendo in gommone. Tutti gli altri scontarono la loro condanna fino alla fine. A un passo dal mare azzurro

 
CERCA PER ZONA

Quando l'Isola dell'Asinara era l'Alcatraz italiana
Tue, 26 Mar 2019

Quando l'Isola dell'Asinara era l'Alcatraz italiana

Forse la più grossa condanna era di avere il mare azzurro a pochi metri ma di non poterlo vedere per il resto dei propri giorni. Solo l'ex bandito e latitante Matteo Boe si rituffò nelle acque cristalline del Golfo dell'Asinara, fuggendo a bordo di un gommone con l'aiuto del suo compagno di cella. Boe fu l'unico a evadere da quella che fino al 1998 era considerata l'inespugnabile (tranne per lui) Alcatraz italiana. Poi il carcere di massima sicurezza dell'Asinara chiuse i battenti e si aprì al pubblico, trasformandosi quattro anni più tardi in parte integrante e turistica del Parco Nazionale dell'Asinara, punto d'interesse per moltissimi villeggianti che trascorrono le vacanze a Stintino

Carcere dell'Asinara

Sì, perché nei pressi del borgo marinaro sassarese non c'è soltanto la famosa e gettonatissima spiagga della Pelosa, splendida per il suo mare trasparente come pochi al mondo e caratteristica per la sua torre cinquecentesca, tra le più fotografate dai turisti. Sul lembo più a nord ovest della Sardegna si estende l'Isola dell'Asinara, solitaria e selvaggia, ideale per un'escursione rilassante, tra calette da sogno e una macchia che più mediterranea non si può.

Carcere dell'Asinara

E qui, nel bel mezzo della vegetazione secca e arida, sorge l'ex penitenziario, che "ospitò" nomi illustri della criminalità organizzata, tra cui l'ex boss di Cosa Nostra Totò Riina e l'ex capo camorristico Raffaele Cutolo. Ma il super carcere dell'Asinara è stato anche luogo di rifugio per i compianti giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, che furono messi sotto protezione fino all'inizio del maxi processo.

Carcere dell'Asinara

L'ex casa circondariale dell'Asinara, durante la metà del 1800, prima di assumere funzione detentiva era una struttura sanitaria e di quarantena. Poi, durante la Prima Guerra Mondiale, l'isola diventò un'unica grande prigione, dove vennero rinchiusi più di 250mila persone, in prevalenza soldati austriaci e ungheresi. Negli anni Settanta, i cosiddetti anni di piombo, il carcere confinò soprattutto brigatisti e mafiosi che durante l'ora d'aria, potevano ammirare il cielo blu ma non il mare azzurro di Sardegna. Solo Boe ci riuscì.  

Eventi a Stintino


Notizie correlate

Carloforte: un borgo da vedere dal vivo, non solo in tv
Carloforte: un borgo da vedere dal vivo, non solo in tv
Stanno per iniziare le riprese della terza stagione della fiction di Canale 5 'L'Isola di Pietro' e, per chi non fosse mai stato in questa località sarda, può essere l'occasione giusta: la produzione della serie tv sta cercando comparse...
By Joni Scarpolini
San Leo e la secolare tradizione dei giullari
San Leo e la secolare tradizione dei giullari
Il borgo romagnolo è molto legato agli antichi giocolieri di strada, tanto da dedicare loro un festival dal sapore squisitamente medievale
By Joni Scarpolini
Acerenza, il borgo dei misteri... tra il Sacro Graal e la figlia di Dracula
Acerenza, il borgo dei misteri... tra il Sacro Graal e la figlia di Dracula
Secondo la leggenda, nella cattedrale del borgo lucano si nasconderebbe il Sacro Graal. E non solo: qui giacerebbe la salma della figlia del Conte Dracula
By Redazione
Bellagio, il borgo preferito dai big della storia
Bellagio, il borgo preferito dai big della storia
Tanti grandissimi personaggi del passato hanno soggiornato nella 'perla del Lago di Como'. Ecco chi erano...
By Joni Scarpolini
Bomarzo come Giza: alla scoperta della piramide nascosta
Bomarzo come Giza: alla scoperta della piramide nascosta
Nel Parco dei Mostri, vicino al borgo laziale, tra le gigantesche sculture mitologiche sorge un reperto dalla provenienza ancora misteriosa...
By Redazione
Giornata nazionale della lettura. Ecco cosa vi consigliamo di leggere...
Giornata nazionale della lettura. Ecco cosa vi consigliamo di leggere...
La carta stampata sta lasciando sempre più posto al web: sfogliate la nostra rivista digitale 'e-borghi travel' e viaggerete tra i borghi più suggestivi comodamente con un dito!
By Redazione

Piú letti del mese

Conoscete Oriolo, la 'Matera calabrese'?
Conoscete Oriolo, la 'Matera calabrese'?
Alla scoperta di un piccolo borgo medievale in provincia di Cosenza che non ha nulla da invidiare alla Città dei Sassi
By Redazione
Ricetta: la paella algherese
Ricetta: la paella algherese
Un'ottima rivisitazione sarda di un primo piatto tipico spagnolo
By Redazione
Bellagio, il borgo preferito dai big della storia
Bellagio, il borgo preferito dai big della storia
Tanti grandissimi personaggi del passato hanno soggiornato nella 'perla del Lago di Como'. Ecco chi erano...
By Joni Scarpolini
Arnosto, il villaggio delle fiabe che vuole diventare una splendida realtà turistica
Arnosto, il villaggio delle fiabe che vuole diventare una splendida realtà turistica
Ai piedi delle Alpi Orobiche c'è un piccolo borgo in pietra che entro il prossimo anno diventerà un centro di promozione e animazione culturale
By Redazione
Bomarzo come Giza: alla scoperta della piramide nascosta
Bomarzo come Giza: alla scoperta della piramide nascosta
Nel Parco dei Mostri, vicino al borgo laziale, tra le gigantesche sculture mitologiche sorge un reperto dalla provenienza ancora misteriosa...
By Redazione
Ad Arrone arriva la realtà aumentata
Ad Arrone arriva la realtà aumentata
Il borgo medievale umbro si apre al turismo multimediale, un progetto innovativo che permetterà ai visitatori di ripercorrere la storia del paesino attraverso tecnologie avanzate e l'ausilio di una app
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi