Un essere simpatico ma burbero, amante del suo territorio e vendicativo. Il folletto che si vanta di aver scacciato gli Unni.

 
CERCA PER ZONA

Il Mazariol. Leggendario folletto della valle di Primiero
Sun, 24 Sep 2017

Il Mazariol. Leggendario folletto della valle di Primiero

C'è chi dice che nei boschi sulla sponda sinistra del Piave abiti un folletto di spirito benevolo ma burbero e vendicativo.
Il Mazariol (o Mazzariol) sembra essere una creatura vestita di un cappuccio rosso con un grande cappello rosso e una folta barba copriva ne il viso raggrinzito e dispettoso.
C'è anche chi lo descrive come un anziano uomo robusto che nascondeva i bambini disobbedienti sotto il mantello.
Si dice che chi calpesta l'orma del Mazariol sia spinto per incantesimo a seguirne le tracce fino ad incontrarlo, per poi perdere la memoria grazie ad una bevanda a base di latte di capra nera che il folletto da al malcapitato.

Uno di questi malcapitati sembra essere la “ragazza di Primiero”. Secondo una leggenda la ragazza si trovò davanti al folletto dopo aver messo piede sopra una delle sue orme. Il folletto le alitò in viso e la ragazza perdette la memoria dimenticando tutto della sua vita passata. Negli anni successivi la ragazza rimase al servizio del Mazariol, il quale le insegnò a fare il burro, il formaggio e la tosèla. Un giorno un cacciatore la riconobbe e la riportò in paese. La ragazza non ricordava nulla e dopo svariati tentativi di farle tornare la memoria, solo il latte di una capretta bianca, donatole da una vecchina, funzionò. Così felice di essere tornata a casa la ragazza insegnò alla popolazione del paese a fare il burro, il formaggio e la tosèla.

Chi incontra il Mazariol può esser salutato con la frase "Salve, io sono il Mazariol che sconfisse Attila, il flagello di Dio".
Infatti si narra che nell'anno 452, quando gli Unni di Attila stavano per attaccare la zona, il Mazariol che è molto attaccato al suo territorio, abbia messo il loro campo sottosopra.
Soffiò sui fuochi per incendiare le pelli, rovesciò le pentole piene di cibo, tirò i capelli e mise del vischio sulle barbe dei soldati, e legò le code e crini dei loro cavalli.
Il mattino dopo gli Unni erano pronti ad attaccare seppur stanchi e avviliti dalla notte travagliata.
Montati a cavallo si accorsero dell'ennesimo scherzo e, non sapendo che mai si deve tagliare ciò che il Mazariol unisce, tagliando i crini e le code legate ottennero che i loro cavalli persero il senso dell'orientamento ed iniziarono a zig-zagare storditi e senza volontà.
Rimasi stupiti ed impauriti, gli Unni scapparono lasciando Attila solo e umiliato.
Il Mazariol è sempre stato amato da quell'avvenimento ma se visitate la zona, prestate molta attenzione. 
Un antico detto locale dice: "No cascar entro te le peche del mazarol!" ...potreste perdere la memoria e non tornare mai più.

Eventi a Mezzano

  • San Giorgio
    22-04-2019 | Mezzano (TN)
    Feste patronali

    Aggiungi al tuo calendario 2019-04-22 2019-04-22 Europe/Rome San Giorgio Mezzano

    Borgo di Mezzano

  • Sagra dei carmeni
    21-07-2019 | Mezzano (TN)
    Sagre

    Aggiungi al tuo calendario 2019-07-21 2019-07-21 Europe/Rome Sagra dei carmeni Antica festa paesana, all’insegna della tradizione e del divertimento: eventi religiosi, prodotti tipici, gare di bocce e molto altro Mezzano

    Antica festa paesana, all’insegna della tradizione e del divertimento: eventi religiosi, prodotti tipici, gare di bocce e molto altro

    Borgo di Mezzano | Scopri di più


Notizie correlate

Un piccolo giro tra i borghi di Pavese
Santo Stefano Belbo in Piemonte e Brancaleone in Calabria
By Marino Pagano
Con Sophia Loren, anche Cesare Cremonini è Cittadino Onorario di Maratea.
E' stato recentemente reso noto dal comune della "perla del Tirreno" che il cantautore Cesare Cremonini è stato nominato cittadino onorario
By Redazione
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
Il monte Mosiné: base aliena e terra di cupi misteri e leggende spirituali
Alle porte della Val di Susa, a pochi chilometri da Torino, si erge la montagna più misteriosa d’Italia, il monte Mosiné. Il luogo è celebre per i suoi innumerevoli avvistamenti di UFO e per le sue antiche leggende esoteriche.
By Pier olpato
I laghi di Avigliana tra misteri e fantasia
A qualche chilometro da Torino troviamo il comune di Avigliana, celebre borgo situato all’interno del Parco Naturale dei laghi di Avigliana, accanto alla palude dei Mareschi.
By Pier Volpato
10 cose da fare nei borghi italiani, all’insegna di grandi classici e inaspettate sorprese
Dieci cose da fare e da vedere nei borghi: un viaggio nella Penisola per vivere da protagonisti i luoghi italiani più preziosi e autentici, all’insegna di curiosità e opportunità
By Luciana Francesca Rebonato

Piú letti del mese

5 tra i borghi più belli e caratteristici incastonati nella roccia
Un viaggio alla scoperta di cinque località incantevoli arroccate nell’austerità della roccia del Belpaese
By Pier Volpato
Ricetta: Strangozzi al tartufo nero, eccellenza di Norcia
Una pasta artigianale, tipica dei borghi umbri e con il blasonato tartufo nero: uno dei fiori all’occhiello della gustosa gastronomia di Norcia, nel cuore della Valnerina
By Luciana Francesca Rebonato
5 borghi imperdibili dell’appennino tosco-emiliano
Fiumalbo, Compiano, Bagnone, Castelnuovo di Garfagnana e Coreglia Antelminelli, gioielli dell’appennino.
By Luca Sartori
Ricetta: Génépy, il liquore forte e deciso e dei borghi valdostani
Artemisia weber e artemisia glacialis. Sono le piantine di montagna d’alta quota che, insieme, danno origine al Génépy: un liquore dal sapore alpino, una prelibatezza da conoscere e saper preparare
By Luciana Francesca Rebonato
Un itinerario lungo la Strada Romantica delle Langhe e del Roero tra borghi, castelli e vigneti piemontesi
La Strada Romantica delle Langhe e del Roero, un incantevole viaggio per vigne, borghi e castelli del Piemonte
By Pier Volpato
Salpa alla scoperta dei borghi più belli custoditi nel cuore della Sardegna
Un itinerario nel cuore del Mediterraneo, un viaggio alla scoperta di cinque tra i borghi più belli della Sardegna
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi