Correggio, borgo natìo di Pier Vittorio Tondelli, di Antonio Allegri detto il Correggio e di Luciano Ligabue, si trova in Emilia Romagna.

 
CERCA PER ZONA

Correggio
La signoria della pianura padana

Comune di Correggio
Provincia di Reggio Emilia
Regione Emilia Romagna

Abitanti: 25.694 (21.848 nel borgo)
Altitudine centro: 31 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Unione Pianura Reggiana

Comune di Correggio
Corso Mazzini 33 - Correggio (RE)
Tel. +39 0522 630711

Turismo Correggio
via Borgovecchio 39 c/o Casa del Correggio - Reggio Emilia (RE)
Tel. +39 0522 631770
Orari di apertura:
15 mar-14 ott, dal martedì alla domenica 9.30- 12.30 e 15-18. Chiuso il lunedì.
15 ott-14 mar, dal martedì alla domenica 9.30-12.30 e mer/sab/dom 15-18. Chiuso lunedì.

Pro Loco Correggio
Facebook

Centro Documentazione Pier Vittorio Tondelli
Palazzo dei Principi, viale Cavour 7 - Correggio (RE)
Tel. +39 0522 693296

Il nome Correggio (Curèš in dialetto correggese, Curèz in dialetto reggiano) deriva dal latino corrigia o corrigium, che significa "striscia di cuoio" con estensione del significato a "striscia di terra tra paludi" o "striscia di terra tra le acque". I primi ad abitare il territorio furono probabilmente i Celti o i Liguri, tra il VI e V secolo a.C., prima degli Etruschi e infine i Romani, sebbene non nacque come municipio romano. L'attuale borgo nacque chiaramente sotto i Longobardia e il toponimo Corrigia comparve infatti per la prima volta nel 946 d.C.

Dal 1009 al 1635 si sviluppò la Signoria di Correggio. Nel 1452, quando ormai i suoi Signori avevano dovuto rassegnarsi a ripiegare nei territori aviti ed erano quindi interessati in primo luogo a rafforzarsi giuridicamente e diplomaticamente in essi, l'imperatore Federico III riconobbe ai da Correggio il titolo di Conti, delimitò inoltre le terre e i confini del Comitato sottoponendolo direttamente all'Impero. Cominciò allora il periodo, durato circa un secolo, di maggiore fortuna della città e dei suoi Signori. Il polo di attrazione della vita politica e sociale della Contea era rappresentato dalla Corte, che fu sede di attività diplomatica e culturale di tutto rilievo. Vi furono ospiti Ludovico il Moro, l'Ariosto, il Bembo, il Molza, Bernardo Tasso, e molti altri fra i più importanti artisti e signori dell'epoca. Gli stessi esponenti locali della politica e della cultura furono di altissimo livello: Nicolò il Postumo, Veronica Gambara, Rinaldo Corso, Claudio Merulo e, sopra tutti, Antonio Allegri.

Il 16 maggio 1559 l'imperatore Ferdinando I d'Asburgo elevò Correggio al rango di Città conferendo, al contempo, il privilegio di battere moneta e di mantenere un Catalogo della nobiltà cittadina. Nel 1616 fu eretta a Principato. Nel 1635 il principe Siro da Correggio venne accusato di battere moneta falsa e pertanto venne privato dei suoi territori, che finirono annessi, alcuni anni dopo (1641, confermata nel 1659), nel Ducato di Modena e Reggio.

Video di PiccolaGrandeItalia.Tv

Altre destinazioni nelle vicinanze

Gualtieri
Reggio Emilia - 19.05 KM da Correggio
San Benedetto Po
Mantova - 32.25 KM da Correggio
Castelvetro di Modena
Modena - 32.45 KM da Correggio
Sabbioneta
Mantova - 34.01 KM da Correggio
Grazie
Mantova - 43.42 KM da Correggio
Fontanellato
Parma - 49.46 KM da Correggio

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

5 tra i borghi più belli e caratteristici incastonati nella roccia
Un viaggio alla scoperta di cinque località incantevoli arroccate nell’austerità della roccia del Belpaese
By Pier Volpato
Ricetta: Strangozzi al tartufo nero, eccellenza di Norcia
Una pasta artigianale, tipica dei borghi umbri e con il blasonato tartufo nero: uno dei fiori all’occhiello della gustosa gastronomia di Norcia, nel cuore della Valnerina
By Luciana Francesca Rebonato
5 borghi imperdibili dell’appennino tosco-emiliano
Fiumalbo, Compiano, Bagnone, Castelnuovo di Garfagnana e Coreglia Antelminelli, gioielli dell’appennino.
By Luca Sartori
Ricetta: Génépy, il liquore forte e deciso e dei borghi valdostani
Artemisia weber e artemisia glacialis. Sono le piantine di montagna d’alta quota che, insieme, danno origine al Génépy: un liquore dal sapore alpino, una prelibatezza da conoscere e saper preparare
By Luciana Francesca Rebonato
Un itinerario lungo la Strada Romantica delle Langhe e del Roero tra borghi, castelli e vigneti piemontesi
La Strada Romantica delle Langhe e del Roero, un incantevole viaggio per vigne, borghi e castelli del Piemonte
By Pier Volpato
Salpa alla scoperta dei borghi più belli custoditi nel cuore della Sardegna
Un itinerario nel cuore del Mediterraneo, un viaggio alla scoperta di cinque tra i borghi più belli della Sardegna
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi