Il borgo di Bagnone si trova nelle regione storica della Lunigiana, in Toscana.

 
CERCA PER ZONA

Bagnone
La Lunigiana in purezza

Comune di Bagnone
Provincia di Massa e Carrara
Regione Toscana

Abitanti: 1.856
Altitudine centro: 236 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Strada del Vino Colli di Candia e di Lunigiana
Unione Montana Lunigiana

Aree Naturali Protette:
Parco Naturale e Culturale Valle del Bagnone 
Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano

Comune di Bagnone
Piazza Marconi 1 - Bagnone (MS)
Tel. +39 0187 42781

Ufficio Turistico di Bagnone
Piazza Roma - Bagnone (MS)
Tel. +39 0187 29773

Eventi Bagnone
Piazza Guglielmo Marconi 7 - Bagnone (MS)
Tel. +39 0187 427833

Il territorio di Bagnone (Bagnòn in dialetto della Lunigiana, Bondelia in Latino), in Lunigiana, fu abitato sin dall'età della pietra e il ritrovamento di una statua stele a Treschietto dimostra la presenza umana durante l'età del bronzo. Bagnone viene nominato per la prima volta in un documento del 963 e il nome del paese si fa risalire al nome dell'omonimo torrente che scorreva non lontano dal castello, nucleo originario dell'abitato.

Alle origini il termine Bagnone indicava la roccaforte e l’agglomerato di case sorte attorno al castello, edificato sulla sinistra del torrente Bagnone, dal quale la località prese il nome e la cui torre circolare era in comunicazione visiva con analoghe strutture fortificate (Groppoli, Mulazzo, Malgrate), a controllo della viabilità del fondovalle lungo il fascio viario della via Francigena. La prima notizia documentata di Bagnone, sorto appunto come castello sovrastante l’antico borgo di Gutula (che in seguito inglobò), è contenuta in una bolla papale del 1148.

Sotto il controllo dei marchesi Malaspina, Bagnone divenne feudo indipendente nel 1351. Un secolo dopo entrò a far parte del territorio della Repubblica di Firenze e in seguito del Granducato di Toscana e vi rimase fino al periodo napoleonico. Nel 1815 tornò sotto il Granducato di Toscana, ma nel 1849 fu annesso al ducato di Parma e vi rimase fino all'Unità d'Italia nel 1859.

Meritano sicuramente una visita il Museo della Memoria, la chiesa di San Niccolò, l'Oratorio di San Terenzio e il Castello di Bagnone e quello di Treschietto.

Nel corso della storia gli abitanti del bagnonese, quando si sentivano in pericolo, si rifugiavano nelle varie ‘capanne’ sparse sull'Appennino, come gli alpeggi di Tornini, di Garbia, di Baton, posti sopra alla frazione di Iera, lungo l’antica via del sale, oppure ai Fagianelli, a nord della frazione Vico, sul torrente Re di Valle, sull'antica strada mulattiera per il "Pianel di morti", punteggiata da numerosissime capanne. Questi antichi rifugi sono poi diventati bivacchi e giacigli per pastori, carbonai e contadini che lì usavano durante la pulitura dei boschi e la raccolta delle castagne. Da questi alpeggi è facile raggiungere “Alta Via dei Parchi”, un itinerario di oltre 450 chilometri per promuovere un territorio di grande interesse naturalistico, paesaggistico e storico.

Il piccolo borgo vanta inoltre una lunga tradizione di coltivazione della cipolla nella zona di Treschietto, da cui prende il nome. Inoltre sono da ricordare altre specialità della Lunigiana come i Testaroli, la Torta d'erbi, la Barbotta, lo Sgabeo, la Bomba di riso, la torta di patate, la torta di zucca e patate, la torta di porri, le bistecchine d'agnello, la torta di mandorle, i tortelli alla bagnonese, le lasagne bastarde, la patona.

Video di Ordinary Life

Altre destinazioni nelle vicinanze

Fosdinovo
Massa-Carrara - 20.2 KM da Bagnone
Corniglia
La Spezia - 31.47 KM da Bagnone
Manarola
La Spezia - 31.5 KM da Bagnone
Riomaggiore
La Spezia - 31.53 KM da Bagnone
Porto Venere
La Spezia - 31.91 KM da Bagnone
Vernazza
La Spezia - 31.92 KM da Bagnone

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

5 tra i borghi più belli e caratteristici incastonati nella roccia
Un viaggio alla scoperta di cinque località incantevoli arroccate nell’austerità della roccia del Belpaese
By Pier Volpato
5 borghi imperdibili dell’appennino tosco-emiliano
Fiumalbo, Compiano, Bagnone, Castelnuovo di Garfagnana e Coreglia Antelminelli, gioielli dell’appennino.
By Luca Sartori
Ricetta: Strangozzi al tartufo nero, eccellenza di Norcia
Una pasta artigianale, tipica dei borghi umbri e con il blasonato tartufo nero: uno dei fiori all’occhiello della gustosa gastronomia di Norcia, nel cuore della Valnerina
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: Génépy, il liquore forte e deciso e dei borghi valdostani
Artemisia weber e artemisia glacialis. Sono le piantine di montagna d’alta quota che, insieme, danno origine al Génépy: un liquore dal sapore alpino, una prelibatezza da conoscere e saper preparare
By Luciana Francesca Rebonato
Un itinerario lungo la Strada Romantica delle Langhe e del Roero tra borghi, castelli e vigneti piemontesi
La Strada Romantica delle Langhe e del Roero, un incantevole viaggio per vigne, borghi e castelli del Piemonte
By Pier Volpato
Salpa alla scoperta dei borghi più belli custoditi nel cuore della Sardegna
Un itinerario nel cuore del Mediterraneo, un viaggio alla scoperta di cinque tra i borghi più belli della Sardegna
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi